Normativa

Normativa

riferimenti di legge

La Normativa Nazionale in vigore, il D.lgs n°31/2001, successivamente modificato e integrato dal D.lgs n°27 del 2 febbraio 2002, disciplina la qualità delle acque ad uso umano al fine di proteggere la salute dagli effetti negativi della contaminazione delle acque.

L’ acqua destinata al consumo umano DEVE ESSERE salubre e pulita, quindi deve soddisfare i requisiti fissati dall’ ALLEGATO 1:

PARTE A: riguardante i parametri microbiologici (Escherichia coli, Enterococchi ecc.)
PARTE B: relativa ai parametri chimici concernenti sostanze tossiche (Arsenico, Piombo, Antiparassitari ecc.)
PARTE C: relativa ai parametri indicatori del decreto (odore, sapore, pH, durezza, ecc.)

 

Per ciascun parametro è indicato un VALORE LIMITE, superato il quale è necessario attuare degli interventi atti a ripristinare la qualità dell’ acqua.
Nell’ acqua è possibile evidenziare e determinare un grandissimo numero di elementi e composti sia organici che inorganici.
Le sostanze chimiche presenti nel decreto, includono quelle potenzialmente pericolose per la salute umana, quelle ritrovate con relativa frequenza nell’ acqua potabile e quelle rilevate a concentrazioni relativamente alte.